Ricerca:

 
 
 
   
 

 


 

 CEA su Geoexpo

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12

8642-3
   

 
 Euro 36,50
 

 

 

PRINCIPI DI GEOLOGIA APPLICATA
L. Scesi, M. Papini, P. Gattinoni
 
2014
304 pagine
19,5x27 cm

 

 Disponibilità: Ampia
 

Il testo ha come obiettivo principale quello di introdurre il futuro ingegnere civile e ambientale alla ricostruzione del modello geologico del sottosuolo, presupposto indispensabile e fondamentale per la progettazione di opere ingegneristiche correttamente inserite nell’ambiente. Tale ricostruzione è fondamentale per comprendere i possibili riflessi che queste hanno sull’ambiente e/o come l’ambiente geologico può condizionare le scelte progettuali.

Il volume si divide in quattro parti:

  • la prima parte è dedicata ai geomateriali: riconoscimento, classificazione e proprietà delle rocce e dei terreni sciolti che costituiscono la litosfera;

  • la seconda al rilevamento geologico, alla lettura e all’interpretazione della carta geologica, con realizzazione di sezioni geologiche, con lo scopo di ricostruire la geometria dei corpi geologici nel sottosuolo;

  • la terza alle indagini geognostiche in sito: sondaggi meccanici, prove penetrometriche, indagini geosismiche e geoelettriche;

  • infine la quarta parte è dedicata alla caratterizzazione dei geomateriali ai fini applicativi, con particolare riferimento al rilevamento idrogeologico, geologico-strutturale e geologico-tecnico.

INDICE

Parte I – I geomateriali

  1. Origine dei geomateriali

    1.1 Modello costitutivo della Terra

    1.2 Tettonica a placche

  2. Classificazione e proprietà dei minerali delle rocce

    2.1 Proprietà dei minerali

    2.1.1 Proprietà fisiche

    2.1.2 Proprietà elettriche

    2.1.3 Proprietà magnetiche

    2.1.4 Proprietà chimiche

    2.1.5 Proprietà ottiche

    2.1.6 Alterabilità

    2.2 Minerali non silicati

    2.3 Minerali silicati

    2.4 Minerali delle argille

    2.4.1 Caratteristiche dei minerali argillosi

    Domande

  3. Rocce e terre: riconoscimento e classificazione

    3.1 Rocce magmatiche

    3.1.1 Rocce intrusive

    3.1.2 Rocce effusive

    3.1.3 Rocce filoniane

    3.2 Rocce sedimentarie

    3.2.1 Rocce terrigene

    3.2.2 Rocce carbonatiche

    3.2.3 Rocce silicee

    3.2.4 Rocce evaporitiche

    3.2.5 Rocce piroclastiche

    3.3 Rocce metamorfiche

    3.3.1 Rocce di derivazione argillosa e/o argilloso-arenacea

    3.3.2 Rocce di derivazione arenacea

    3.3.3 Rocce di derivazione calcarea

    3.3.4 Rocce di derivazione magmatica acida

    3.3.5 Rocce di derivazione magmatica basica e ultrabasica

    3.4 Terre

    3.4.1 Depositi alluvionali

    3.4.2 Depositi glaciali

    3.4.3 Detriti di falda

    Domande

  4. Proprietà tecniche delle rocce

    4.1 Densità

    4.2 Porosità

    4.3 Imbibizione

    4.4 Permeabilità

    4.5 Durezza

    4.6 Durevolezza e gelività

    4.7 Potere legante

    4.8 Divisibilità

    4.9 Dimensionabilità

    4.10 Proprietà elettriche e termiche

    4.11 Resistenza a sollecitazioni meccaniche

    4.11.1 Resistenza alla compressione

    4.11.2 Martello di Schmidt o sclerometro (prova in sito)

    4.11.3 Prove monoassiali

    4.11.4 Point Load Strength Test

    4.11.5 Resistenza alla trazione

    4.11.6 Resistenza al taglio

    4.11.7 Prove triassiali

    4.11.8 Resistenza alla flessione

    4.11.9 Resistenza all’urto e alla tenacità

    Domande

  5. Proprietà tecniche dei terreni

    5.1 Proprietà dei singoli granuli

    5.2 Proprietà degli aggregati

    5. 3 Prove di laboratorio eseguite sulle terre

    5.3.1 Analisi granulometriche

    5.3.2 Limiti di consistenza allo stato rimaneggiato o limiti di Atterberg

    5.3.3 Prova di compressione monoassiale o a espansione laterale libera

    5.3.4 Prova triassiale o di deformazione laterale controllata

    5.3.5 Prova di taglio diretto

    Domande

  6. Principali impieghi dei geomateriali e requisiti richiesti

    6.1 Utilizzo diretto

    6.2 Utilizzo come materie prime

Parte II – Rilevamento geologico, carte e sezioni geologiche

  1. Rilevamento geologico

    7.1 Principi di stratigrafia e sovrapposizione degli strati

    7.2 Principi di tettonica

    7.2.1 Fratture e faglie

    7.2.2 Pieghe

    7.2.3 Sovrascorrimenti e falde di ricoprimento

    7.3 Giacitura degli strati

    7.4 Limiti geologici

  2. Lettura e interpretazione della carta geologica

    8.1 Lettura della carta geologica

    8.1.1 Lettura della legenda e dello schema dei rapporti stratigrafici

    8.1.2 Principali simboli presenti sulla carta geologica

    8.2 Sezioni geologiche

    8.2.1 Costruzione del profilo topografico

    8.2.2 Sezioni geologiche mediante correlazione

    8.2.3 Esempi di interpretazione delle carte geologiche

    8.3.1 Riconoscimento, interpretazione e rappresentazione di faglie

    8.3.2 Riconoscimento, interpretazione e rappresentazione di sovrascorrimenti

    8.3.3 Riconoscimento, interpretazione e rappresentazione di pieghe

    8.3.4 Riconoscimento, interpretazione e rappresentazione di eteropie

    8.3.5 Riconoscimento, interpretazione e rappresentazione di trasgressioni

    8.3.6 Riconoscimento, interpretazione e rappresentazione dei depositi superficiali

    8.3.7 Riconoscimento, interpretazione e rappresentazione di rocce magmatiche

    8.4 Principi di stratimetria

    8.4.1 Interpolazione lineare per la ricostruzione delle isoipse di un piano a partire da punti di quota conosciuta

    8.4.2 Ricostruzione dell’andamento in profondità di uno strato conoscendo i soli punti di affioramento (limite formazionale)

    8.4.3 Determinazione della giacitura (immersione e inclinazione) di uno strato conoscendo i punti di affioramento

    8.4.4 Ricostruzione dell’andamento in profondità di uno strato conoscendo un punto di affioramento con la relativa giacitura

    Esercizi sulle sezioni per correlazione

    Esercizi sulle sezioni da interpretazione della carta geologica

    Esercizi di stratimetria

Parte III – Indagini geognostiche

  1. Sondaggi meccanici

    9.1 Modalità di realizzazione dei sondaggi

    9.1.1 Metodo a rotazione

    9.1.2 Metodo a percussione

    9.2 Stabilità e pulizia del foro

    9.3 Perforazione a distruzione di nucleo

    9.4 Perforazione con recupero di campioni

    9.5 Scopi di un sondaggio

    9.5.1 Descrizione dei terreni attraversati (stratigrafia)

    9.5.2 Determinazione dell’RQD

    9.5.3 Posa di piezometri

    9.5.4 Posa di inclinometri

    9.5.5 Prelievo di campioni d’acqua

    Domande

  2. Prove penetrometriche

    10.1 Prove penetrometriche statiche

    10.2 Prove penetrometriche dinamiche

    10.2.1 Penetrometro campionatore tipo Raymond

    10.2.2 Penetrometro a punta conica SCPT

    10.3 Utilizzi delle prove penetrometriche

    Domande

  3. Indagini geosismiche

    11.1 Propagazione delle onde elastiche

    11.2 Riflessione e rifrazione delle onde sismiche

    11.3 Dromocrone

    11.4 Generazione dei segnali sismici

    11.5 Ricezione e registrazione dei segnali sismici

    11.5.1 Il geofono

    11.5.2 Stendimenti di gruppi di geofoni

    11.5.3 Registrazione dei segnali sismici

    11.6 Applicazioni del metodo sismico a riflessione

    11.7 Applicazioni del metodo sismico a rifrazione

    11.7.2 Campi di applicazione

    Domande

  4. Indagini geoelettriche

    12.1 Proprietà elettriche delle rocce

    12.2 Metodo della resistività

    12.3 Dispositivi di misura della resistività

    12.4 Sondaggi elettrici verticali

    12.5 Sondaggi elettrici orizzontali

    12.6 Applicazione dei metodi geoelettrici

    Domande

Parte IV – Rilevamento geologico-tecnico

  1. Rilevamento idrogeologico

    13.1 Tipi di acqua nel sottosuolo

    13.2 Nomenclatura e definizioni

    13.3 Acquiferi nelle terre sciolte

    13.4 Acquiferi nelle rocce

    13.5 Sezioni idrogeologiche

    13.6 Proprietà idrogeologiche di terre sciolte e rocce

    13.6.1 Porosità e ritenzione

    13.6.2 Permeabilità

    13.7 Proprietà idrogeologiche degli acquiferi

    13.7.1 Trasmissività

    13.7.2 Cadente piezometrica

    13.7.3 Movimenti delle acque sotterranee

    13.8 Rappresentazione delle falde

    13.9 Analisi della morfologia della superficie piezometrica

    13.9.1 Provenienza dell’alimentazione

    13.9.2 Valutazione della portata delle falde

    13.9.3 Deduzioni sulla struttura geologica

    13.10 Effetti delle captazioni sulle falde acquifere

    Esercizi con risoluzione

    Altri esercizi da svolgere

  2. Rilevamento geologico-strutturale

    14.1 Rilevamento geologico-strutturale delle deformazioni di tipo fragile

    14.2 Proiezioni sferiche

    14.2.1 Rappresentazione dei piani e dei poli delle discontinuità

    14.2.2 Determinazione della linea di intersezione di due piani

    14.2.3 Determinazione dell’angolo compreso tra due linee

    14.2.4 Elaborazione dei dati giaciturali delle fratture

    14.3 Applicazioni pratiche

    Esercizi con risoluzione

    Altri esercizi da svolgere

  3. Classificazioni tecniche di terre e rocce

    15.1 Descrizione geologico-tecnica dei terreni

    15.1.1 Descrizione granulometrica

    15.1.2 Descrizione geologico-tecnica di un terreno

    15.2 Descrizione geologico-tecnica degli ammassi rocciosi

    15.2.1 Classificazione di Bieniawski

    15.2.2 Classificazione di Romana

    15.2.3 Classificazione di Barton

    15.3 Rilevamento geologico-tecnico delle rocce deboli

Bibliografia

Indice analitico

 
 
 
 
 

 

 

Quantità

 

 

GRATIS le spese di spedizione  Metti nel carrello
  esamina il carrello

  

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12

 CEA su Geoexpo

 

 
Informazioni commerciali:  Casa Editrice Ambrosiana - tel. 02 5220221 - fax 02 52202260 - email 
Informazioni sito web:  GeoExpo by GEO group s.r.l. - tel. 0825 824256 - fax 0825 825363 - email 
   
Home Page geologi.it bar-2
bar-3